Il caldo peggiora la fibromialgia?

Ebbene si, fa caldo, cerchi di rinfrescarti con il condizionatore, ma  tempo dieci minuti e inizi ad avvertire dolore alla cervicale, emicrania.
Ma anche stare al caldo non ti fa bene.
Insomma, dovresti stare fresco ma senza lo shock termico del condizionatore.
Che fare?
Bene, in casa puoi inserire delle piante che rendono fresca la casa!
Ci sono infatti delle piante che hanno la capacità di assorbire il calore. Alcune più di altre, però.
Quindi usare delle piante rinfrescanti potrebbe, per quest’estate, essere la soluzione migliore, a zero impatto ambientale e utile per risparmiare sulla corrente.

Vi basterà posizionarle nelle camere dove passate più tempo e il gioco è fatto.

Ma adesso vediamo quali piante hanno la capacità di abbassare la temperatura senza usare il condizionatore:

  • -L’aloe vera, oltre a essere efficace per curare le scottature, è utile per purificare l’aria: ponete due piante in una camera e noterete subito che il calore diventerà meno opprimente. Potete usare l’estratto di foglie di aloe vera per creare un eccellente lenitivo per la cura di qualsiasi tipo di pelle.
  • -La dracena (il famoso “tronchetto della felicità“) è capace non solo di rinfrescare l’aria d’estate, ma anche di assorbire tutte quelle insospettabili sostanze inquinanti che si trovano in casa. Questa pianta non ama la luce diretta del sole e deve avere il terreno sempre umido.
  • -Anche la palma areca cattura particelle nocive, rendendo l’aria più salutare e fresca: in cambio dei suoi preziosi benefici, dovete prestare molta attenzione all’acqua che utilizzate per innaffiarla perché deve essere il meno calcarea possibile.
  • -L’edera è una delle piante che purificano l’aria, ma non solo: posta dinanzi alle porte, trattiene i raggi del sole, rendendo la casa più fresca. È una pianta usata anche per rendere più caratteristica la propria abitazione: l’importante è non lasciarsi invadere (visto che è una rampicante) e tagliarla periodicamente.
  • -La felce è ottima da tenere in casa per rinfrescare l’aria. Dovete prestare però molta attenzione alla nebulizzazione delle foglie, soprattutto d’estate, e non esponetela direttamente ai raggi del sole: ama l’ombra e detesta qualsiasi fonte di calore, quindi occhio ai termosifoni d’inverno.

Per completare, se avete un ventilatore a soffitto, dovete necessariamente invertire in senso ANTIORARIO le eliche. Infatti in questo modo l’aria fresca che si deposita in basso, verrà attirata in alto dandovi un’immediata sensazione di fresco. Inoltre eviterete l’impatto violento con il movimento dell’aria che con le eliche in senso antiorario, si trasformerà in una brezza leggera.

Commenti da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field