Prima di rimpinzarti di antidolorifici o peggio di antidepressivi,

devi assolutamente fare questi test!

Carenza di vitamina D

Vari studi hanno dimostrato un potenziale legame tra il dolore e la carenza di vitamina D.

In uno studio effettuato nel 2012 su 100 donne che soffrono di dolore cronico legato alla fibromialgia, i ricercatori hanno scoperto che il 61% di loro ha sofferto anche dalla carenza di vitamina D.

 

In un altro studio recente effettuato in Austria, i ricercatori hanno anche scoperto che il supplemento di vitamina D costantemente somministrato,  ha diminuito il dolore nei pazienti affetti da dolori fibromialgici.

Quando i pazienti hanno interrotto la somministrazione di vitamina D, i loro sintomi sono peggiorati di nuovo.

La vitamina D si testa dall’esame del sangue.

Carenza di Magnesio

Un’altra carenza testare è il magnesio.

I sintomi di carenza di magnesio possono includere dolore, bassi livelli di energia, debolezza muscolare, disturbi del sonno, ansia, ipertensione e altro ancora.

Anche il Magnesio si testa con l’esame del sangue.

Carenza di vitamina B12

La vitamina B12 svolge un ruolo importante nella sintesi dei neurotrasmettitori nel cervello che regolano l’umore, il sonno, l’energia e altro ancora.

Purtroppo non è semplice assumere con i cibi la vitamina B12 a sufficienza, e questo può portare ad una carenza.

Se ti senti stanco, debole, depresso, o ansioso – c’è la possibilità di avere una carenza di vitamina B12.

La vitamina B12 svolge anche un ruolo importante nel sano funzionamento dei nervi.

Un deficit a lungo termine può portare alla neuropatia – o danni al sistema nervoso – che può causare dolore, formicolio o intorpidimento.

Il test per la carenza di vitamina B12 si effettua con l’esame del sangue.

Carenza di Acido folico 

Le persone che presentano una carenza di vitamina B12,  spesso non hanno abbastanza acido folico.

I segni di una carenza di acido folico comprendono affaticamento, debolezza, vertigini, dolori alla bocca, dimenticanze, irritabilità, difficoltà di concentrazione, e altro.

Come per il test B12, si esegue l’esame del sangue.

Test della tiroide

Un’altra cosa che si dovrebbe testare è la funzione della tiroide.

La tiroide è una piccola ghiandola nel collo che produce gli ormoni che aiutano a regolare l’energia, l’umore, il metabolismo e altro ancora.

I due tipi di ormoni che crea sono triiodotironina (T3) e tiroxina (T4).

Se si producono abbastanza ormoni, si può avere depressione, aumento di peso, mancanza di energia, e altro.

Questa patologia è nota come l’ipotiroidismo.

Se invece la tiroide produce troppi ormoni, si possono avere elevati livelli di ansia, tremori, disturbi del sonno, debolezza, stanchezza, irritabilità, irrequietezza, e altro.

Anche in questo cosa si procede con gli esami del sangue per verificare il livello degli ormoni.

Se il test rileva problemi con i livelli di ormoni, ulteriori test potranno determinare la causa e il trattamento corretto.

Test PCR (proteina C-reattiva) 

Il tuo sangue contiene una proteina nota come proteina C-reattiva.

Il fegato produce questa proteina in risposta all’infiammazione – così alti livelli di PCR nel sangue potrebbe indicare infiammazione cronica.

Con l’esame del sangue si verificano i livelli di PCR.

Se il test conferma alti livelli di PCR nel sangue, il medico può ordinare altri test per determinare la causa dell’infiammazione.